Alla scoperta della casa di Babbo Natale

Un villaggio magico, di quelli che si leggono nei libri, immerso nella neve, con cottage di legno e un grande albero di Natale: alla scoperta della casa di Babbo Natale!

Chi non ama Babbo Natale? Chi non aspettava Babbo Natale e non vedeva l’ora portasse doni?

Chi non ha scritto una lettera a Babbo Natale chiedendo il gioco da tavola, il puzzle o la bambola desiderati?

Per chi ha bambini, almeno una volta nella vita vi avranno chiesto: mamma, babbo dove vive Babbo Natale? Voglio vedere la sua casa e le sue renne!

Ricordo che mia madre mi faceva scrivere la letterina su un foglio bianco, da inserire dentro una busta. Questa busta me la faceva mettere sul terrazzo e mi diceva “Alessia, metti qua la busta, Babbo Natale verrà a prenderla perciò corri in casa!! Non ti far vedere! Torna fra 5 minuti e la letterina non ci sarà più e per Natale avrai cosa hai desiderato!”.

Cosi tornavo sul terrazzo e la letterina non c’era! Babbo Natale l’aveva presa davvero!

In realtà come si può immaginare non esiste un’unica casa di Babbo Natale in quanto cambia a seconda delle tradizioni e delle aree del mondo. Negli Stati Uniti l’indirizzo è in Alaska al Polo Nord, per i canadesi invece si trova nelle fredde terre del nord del paese.

In Europa abbiamo un indirizzo preciso e consolidato da tempo per la casa di Santa Claus: la Lapponia Finlandese.

Per la precisione in un villaggio vicino a Rovaniemi, capitale delle Lapponia: Santa Claus Village – Rovaniemi, Finlandia!

Segnatevi perciò le sue coordinate:

Latitudine      66° 30′ 0 N

Longitudine   25° 43′ 0 E

Dove si trova la casa di Babbo Natale

Il villaggio di Babbo Natale, costruzione tipica all’interno di un bosco, è situato proprio vicino alla linea del Circolo Polare Artico, dista circa 2 km dall’aeroporto e 8 km da Rovaniemi.

Immaginatela completamente innevata e addobbata a festa, illuminata a dovere con a lato le renne: non la trovate molto suggestiva?

Per questo motivo la casa di Babbo Natale, nel corso degli anni, è diventata una destinazione molto frequentata da curiosi viaggiatori e turisti.

La nascita e la storia della casa di Babbo Natale

Il villaggio di Santa Claus nacque per caso nel 1950 in occasione della visita della moglie del presidente americano Roosevelt in Lapponia. Quello che oggi è la capitale del Natale con laboratori e negozi di giocattoli un tempo non era altro che una capanna costruita in fretta e furia per l’arrivo di Eleanor Roosewelt.

Da quel momento in poi il mondo di Babbo Natale finlandese è divenuto un posto magico fatto di cottage in legno, colori, cartoline, francobolli, regali e un gigantesco albero di Natale all’aperto.

Il villaggio è aperto tutti i giorni: l’inverno apre tra le 9 e le 10 e chiude alle 19 (in alcuni giorni alle 17) ed è gratuito.

Avete la possibilità di visitare la casa di Babbo Natale, l’ufficio di Babbo natale, negozietti, l’allevamento di Husky, tour operator per gire con la moto slitta o per vedere la fattoria di renne.

Incontrare Babbo Natale non ha costi. Tuttavia, solo se vorrete, vi sarà scattata una foto in sua compagnia dal costo di 20 €. Diciamo, che se vorrete portare un ricordo a casa, è questo il prezzo da pagare.

Consiglio la visita a Babbo Natale a prima mattina, subito dopo colazione, quando non c’è fila, così i bambini bussano alla porta ed entrano, senza percepire che si tratti di qualcosa di “turistico”.

L’ufficio postale di Babbo Natale

Il posto in assoluto più emozionante però è l’ufficio postale di Babbo Natale.

Oltre a un mare di cartoline, ci sono i tavoloni di legno dove gli elfi ti aiutano a compilare la tua letterina, i sacchi di lettere (vere), arrivate da tutto il mondo e il muro dei ciucci: moltissimi bambini quando devono lasciare il ciuccio lo spediscono a Babbo Natale e arriva davvero!

Per tutti i bimbi che sanno già scrivere è anche divertente scegliere e scrivere una cartolina da inviare a nonni, amici o anche maestri di scuola.

Una cartolina molto speciale e unica nel suo genere perché avente il timbro postale del circolo polare artico!!

Orari di apertura dell’ufficio postale di Babbo Natale

– Dal 1 dicembre al 7 gennaio dalle 9 alle 19.

– Dall’ 8 gennaio al 31 maggio dalle 10 alle 17.

– Dal 1 giugno al 31 agosto dalle 9 alle 18.

– Dal 1 settembre al 30 novembre dalle 10 alle 17.

Concludo menzionando il Santa Park, villaggio degli elfi di Babbo Natale!

Santa Park, villaggio degli elfi di Babbo Natale

Imperdibile meta! Non è nel villaggio dove c’è la casa di Babbo Natale, ma si raggiunge facilmente in taxi o con il Santa Express bus.

Si entra nella Grotta di Babbo Natale, si lascia il mondo normale e si entra in un mondo fatato, con la Ice Gallery e le sue sculture di ghiaccio, i laboratori con gli elfi per decorare i biscotti di Natale o per realizzare la tua pallina, gli spettacoli degli elfi acrobati, il viaggio in treno che finisce nella fabbrica di giocattoli di Babbo Natale.

Veramente magico!

C’è anche una vera e propria scuola di Elfi, dove si impara a diventare bravi aiutanti di babbo Natale, con diploma finale e cappellino natalizio in omaggio!!

I bambini fino ai tre anni entrano gratis, i bambini dai tre ai 12 anni pagano 28 euro mentre l’ingresso per gli adulti costa 34 euro.

Quando visitare la casa di Babbo Natale

Certamente la visita per Natale è un po’ come la ciliegina sulla torta, perciò per visitare la casa di Babbo Natale è molto consigliabile a Dicembre.

Il clima in questo periodo è molto rigido, le temperature arrivano anche a -20 gradi. Perciò se deciderete di andare, attrezzatevi di conseguenza proteggendovi da bufere di neve e freddo adeguatamente!

Ricordo che il periodo invernale inizia ad ottobre e finisce ad aprile.

Diversamente, se il vostro obiettivo è quello di ammirare le aurore boreali, vedere il sole di mezzanotte e vivere la natura i periodi migliori sono febbraio-marzo o settembre-ottobre, più o meno in corrispondenza degli equinozi di autunno e primavera.

 

Come raggiungere la casa di Babbo Natale

Il bus da prendere per raggiungere la casa di Babbo Natale è il numero 8 che parte dalla stazione di Rovaniemi; la sua frequenza è uno ogni ora come per quasi tutti i bus.

Per il volo è possibile un diretto con Finnair, ma bisognerà fare attenzione perché i prezzi sono davvero molto elevati. Per poter risparmiare qualcosa sul prezzo del biglietto sono necessari 3 voli, suddivisi su due giorni mentre per risparmiare sull’hotel vi consiglio di cercare una sistemazione a Kemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.