Alla scoperta della Città Proibita di Pechino

La Città Proibita di Pechino è il palazzo imperiale più grande e meglio conservato di tutta la Cina. Un tempo impenetrabile, oggi è aperta al pubblico.

Costruita tra il 1406 e il 1420 durante la dinastia Ming (1368 – 1644), la Città Proibita occupa l’esatto centro di Pechino, capitale della Cina. Per la sua costruzione ci vollero ben 1.000.000 di lavoratori, inclusi più di 100.000 artigiani

La sua ubicazione non è casuale, il palazzo sorge infatti all’interno dell’antica Città Imperiale, ovvero un distretto circondato da mura che ospitava le sedi del potere durante la dinastia Yuan (1279 – 1368).

Questa posizione era inoltre considerata fausta dal punto di vista geomantico.

Perché rispettasse i concetti del feng shui e per aumentare la difesa del palazzo, tutto intorno alla residenza imperiale fu scavato un fossato e la terra ricavata dallo scavo fu utilizzata per costruire una collina artificiale, Jingshan. La collina, che è ancora oggi il punto più alto del centro storico di Pechino, aveva inoltre la funzione di riparare la Città Proibita dal vento.


I numeri della Città Proibita di Pechino 

  • È lunga 961 metri da sud a nord e larga 753 metri
  • È circondata da un muro alto 10 metri, lungo 3,4 km
  • È circondata da un fossato largo 52 metri
  • Ospita 14 milioni di visitatori all’anno, un massimo di 80.000 visitatori al giorno
  • Era la casa di 24 imperatori: 14 della dinastia Ming e 10 della dinastia Qing
  • Copre 0,72 kmq, di cui 15 ettari sono la superficie del pavimento
  • Dispone di 980 edifici in oltre 70 complessi del palazzo, con oltre 8.700 stanze
  • Fu il palazzo imperiale della Cina per 492 anni (1420-1912)

Lo sapevate?!

Sembra incredibile, ma fino ad un passato recente, anche solo guardare la Città proibita comportava la morte immediata per chi non fosse membro della famiglia imperiale cinese o della ristrettissima élite a cui venivano concesse le udienze reali.

Situata nel cuore antico di Pechino, ancora oggi si possono ammirare i famosi edifici dal tetto d’oro, incastonati tra fossati, giardini e piazze, dove migliaia di persone un tempo vivevano e lavoravano, al servizio del più forte e sofisticato impero premoderno.

Ora a portarci alla scoperta dell’incredibile Città Proibita cinese è un nuovo, interessante volume edito dalla lussuosa Assouline, intitolato “Forbidden City: The Palace at the Heart of Chinese Culture”, che omaggia la grande bellezza di una delle strutture più complesse di tutta la storia. E apre le porte dorate e privatissime delle dimore degli imperatori e delle loro famiglie. Un luogo segreto custodito dall’antico sistema di fortificazioni della città, in cui trovavano spazio, oltre alle case dei regnanti, anche il centro religioso e politico del governo cinese.

Ecco alcune immagini esclusive!

 

.. Passiamo all’atto pratico, alle informazioni generali.
Come ogni visita merita, ecco alcune info sull’indirizzo della Città Proibita di Pechino, come arrivare e orari di ingresso! 

Orario d’entrata

Alta stagione: 08:30 a 17:00, biglietti disponibili fino 16:00, ultima entrata alle 16:10

Bassa stagione 08:30 a 16:30, biglietti disponibili fino alle 15:30, ultima entrata alle 15:40.

La Città Proibita è chiusa il lunedì. Per acquistare i biglietti è necessario mostrare il passaporto.

Tempo consigliato per la visita: minimo 2 o 3 ore

 

Come arrivare

linea 1 della metropolitana fino alla fermata Tiananmen West oppure Tiananmen East

 

Indirizzo della Città Proibita 

4 Jingshan Front St, Dongcheng, Pechino

Consulta la mappa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.