Cliffs of Moher: spettacolari scogliere irlandesi

Le Cliffs of Moher sono uno dei motivi per i quali milioni di turisti visitano l’Irlanda ogni anno.

Le Cliffs of Moher, in gaelico irlandese “Aillte an Mhothair” che significa “scogliere della rovina”,
sono delle spettacolari e suggestive scogliere a picco sul mare situate vicino al grazioso villaggio di Doolin sulla costa occidentale del Clare, contea della Repubblica d’Irlanda.

Sono uno tra gli spettacoli naturalistici più belli ed emozionanti che ho avuto il piacere di vedere dal vivo,
un panorama mozzafiato. Immaginate una grandissima scogliera e lOceano Atlantico di fronte,
il rumore del mare con le sue onde che si infrangono sulle rocce, il vento che soffia, gli uccelli che danzano alti in cielo, se avete fortuna potreste anche scorgere la pulcinella di mare.

Molto suggestive non credete? 🙂

In questo articolo andremo alla scoperta di tutto ciò che c’è bisogno di sapere su queste scogliere, come si sono formate, cosa c’è da vedere, orari di ingresso, prezzo, dove soggiornare nelle vicinanze e tanto altro.

 

  • Come si sono Formate
  • Dove si Trovano
  • Come Raggiungerle
  • Orari d’ingresso e Costi
  • Cosa Vedere
  • Quando andare, Periodo Migliore
  • Dove Soggiornare
  • Tra Storia e Leggenda
  • La Mia Visita 



COME SI SONO FORMATE

Le Cliffs of Moher si sono formate 320 milioni di anni fa: in quell’epoca l’area dove sono nate le scogliere era molto più calda rispetto alle zone circostanti ed era situata alla foce di un fiume. Lungo la sua discesa verso il mare, il fiume portava con se detriti di fango e sabbia che si sono depositato sulle rocce che, nel corso del tempo, hanno dato modo alle scogliere di formarsi.

Le Cliffs of Moher si estendono per ben 9 km e il loro punto più in alto è a 214 metri sul livello del mare.

Spingetevi e arrivate fino al precipizio, davanti a voi si staglierà un’immagine che difficilmente dimenticherete.

 

DOVE SI TROVANO?

Le Cliffs of Moher si trovano nella parte nord-occidentale della contea di Clare, lungo la Wild Atlantic Way, circondate dal favoloso paesaggio del Burren, di cui però non fanno geologicamente parte.

 

Le scogliere distano:

9 km da Doolin
270 km da Cork
270 km da Dublino
77 km da Galway
80 km da Limerick
6 km da Liscannor

 

Il villaggio più vicino per soggiornare ed essere a due passi da questa meraviglia della natura è il pittoresco villaggio di Doolin. La cittadina è composta da alcuni pub, per rilassarsi e bere una buona birra irlandese, alcuni B&b e alcune graziose casette colorate.

In alternativa a Doolin, se non trovaste alloggio, provate anche Liscannor, ugualmente vicino ma in direzione sud, oppure Galway.

COME RAGGIUNGERLE 

Per prima cosa, per poter viaggiare in Irlanda e voler essere più indipendenti possibile il consiglio che mi sento di darvi è quello di noleggiare una macchina appena atterrerete in aeroporto.

Lo so, non siamo in Italia, la guida è al contrario, ma non lasciatevi spaventare, basteranno un paio di minuti, giusto il tempo di prenderci la mano e vi sembrerà di aver sempre guidato a sinistra.

Per raggiungere le Cliffs of Moher la miglior strada da percorrere è la Wild Atlantic Way, e precisamente il tratto della Cliff Coast che da Galway porta fino a Limerick passando per il Burren.

Fermatevi qua, non ve ne pentirete: il Burren è  vasto tavolato calcareo unico al mondo che si estende per ben 300 km²!! La sua spettacolarità non è solo in quanto avete appena letto, ma nel paesaggio al quale vi troverete di fronte. Sfido io a non emozionarvi. Ecco un paio di foto, giusto per farvi sognare un po’ ad occhi aperti.

Vediamo ora nello specifico come raggiungerle da due delle città più importanti d’Irlanda: Dublino e Galway.

Da Dublino

In automobile occorre guidare lungo l’autostrada M6 in direzione di Galway, prendere la M8 in direzione Limerick, uscire all’uscita 16 prendendo poi la R458/Loughrea/Gort, poi la R460, la R476 fino a Doolin, poi la R478 fino a destinazione. Il tragitto automobilistico circa 3 ore, 270 km.

In bus prendete il pullman 300 da Dublin City South fino a Dunnes Friars Walk, e poi raggiungete a piedi Ennis Bus Station per prendere il pullman 350. Il tragitto dura circa 4 ore e mezzo, il costo va tra i € 30/€ 40.

C’è anche una terza opzione, il treno ma è l’opzione più scomoda di tutte. Ad ogni modo per chi non potesse ne noleggiare un’automobile o prendere il bus, vi consiglio come potete fare:

  • o il treno per Galway e da lì poi il bus 350
  • o il treno per Cork/Kent fino alla stazione di Limerick Junction, poi da lì il treno 7 per Ennis, e a Ennis Bus Station il bus 350

Il prezzo si aggira intorno ai 50€/70€.

Da Galway

In automobile occorre prendere la N67 in direzione di L1014 a Clare e poi la R478.
Il tragitto è di circa un’ora e mezzo.

In bus prendete il pullman 350 da Galway Bus Station – Ennis Bus Station. Il tragitto qua invece è di 2 ore.

ORARI D’INGRESSO E COSTI

Le Cliffs of Moher sono sempre aperte. A differenza loro, il Visitor Centre e il parcheggio osservano i seguenti orari:

  • 9-17 da Novembre a Febbraio
  • 8-19 durante Marzo, Aprile, Settembre e Ottobre
  • 8-21 da Maggio ad Agosto

L’ingresso alle Cliffs of Moher è gratuito, quindi se ci arriverete a piedi, cioè senza automobile, non dovrete pagare nulla.

Se altrimenti giungerete in macchina dovrete pagare il parcheggio: costa € 8 a persona se acquistato in loco, altrimenti uno sconto fino al 50% online. Il link qua.

I minori al di sotto dei 16 anni non pagano nulla. Il biglietto include anche l’ingresso al Visitor Experience. Mentre per entrare nella O’Brien’s Tower il biglietto ha un costo di 2€, €1 per i bambini.

 

COSA VEDERE 

 

O’Brien’s Tower

Direttamente nel centro dell’area visitatori, la torre di O’Brien risale al 1835 e venne costruita per i turisti dell’epoca come punto di osservazione privilegiato sulle Cliffs of Moher.

Uno dei punti panoramici migliori per fotografare e contemplare le scogliere al tramonto, molto suggestivo.

Nelle giornate più belle potrete avere la fortuna di scorgere persino le isole Aran!

Breanan Mór

Sperone roccioso alto 70 metri che si trova in corrispondenza della O’Brien’s Tower.

Il nome ovviamente è in gaelico e significa “scogliere della rovina”.

Una parte importante se non fondamentale dello skyline delle Cliffs of Moher.

Per gli amanti delle saga di Harry Potter, fa da sfondo in una scena del “Principe Mezzosangue” … avrete riconosciuto lo scorcio ??

La grotta del gigante

Durante le escursioni in barca si possono vedere numerose grotte che si trovano al di sotto delle scogliere. La più grande è la Giant’s Cave, una cavità alta circa 100 metri davvero impressionante da ammirare a distanza ravvicinata: si può intravedere anche dalla O’Brien’s Tower.

Worm Trail

Molti turisti non hanno la minima idea che, percorrendo il sentiero lastricato che si snoda dal Visitor Centre, in realtà stanno camminando sopra un’antichissima testimonianza preistorica! Sulle lastre sono impresse delle tracce a serpentina, il segno indelebile del passaggio di antichi animali invertebrati risalenti a 320 milioni di anni fa, quando appunto si stima siano nate le scogliere. Incredibile non trovate?

Pochi passi più avanti c’è una vasta piattaforma di arenaria, dove ci sono delle piccole forme nere di circa 2 cm, che sono fossili di Goniatitida, un gruppo animale sottomarino che a quel tempo nuotavano nell’oceano.

Il forte vento, sempre presente sulla costa, unito alla potenza dell’oceano, hanno plasmato e disegnato queste scogliere, mostrando la grandezza e la bellezza della natura.

Pulcinella di mare

Simpaticissimi e tenerissimi volatili dal piumaggio nero e dal becco colorato che nidificano sulle rocce a picco sul mare e che giocano e riposano in mezzo ai fiori.

Questi adorabili animali potreste scorgergli direttamente alle Cliffs solo se dotati di tanta, ma tanta fortuna! Io purtroppo non sono riuscita a scorgerli ma spero che voi abbiate più fortuna di me.

 

Visitor Centre

Il Visitor Centre è un punto di appoggio per tutti i visitatori: al suo interno una caffetteria, bagni, un negozio di souvenir, zona ristoro.

Per tutti coloro che desiderano approfondire, sono disponibili delle sale multimediali con presentazioni audio-visive.

 

QUANDO ANDARE, PERIODO MIGLIORE

Sicuramente primavera, durante tutta l’ estate. Troverete folti campi verdi, una leggera brezzolina, se siete sfortunati come me un pò di pioggerella ma è passeggera e non vi impedirà di godervi la vostra gita.

Evitare sicuramente l’inverno e autunno inoltrato: le temperature sono molto molto fredde, temporali assicurati.

DOVE SOGGIORNARE 

Se deciderete di soggiornare molto vicini alle Cliffs of Moher dovrete necessariamente trovare un alloggio nelle cittadine di Liscannor o di Doolin.
Eccovi una lista di ottimi alberghi e B&b su Booking.com:

Glasha Meadows B&B – Doolin 

Blackberry Lodge Accommodation – Doolin

Ceol na dTonnta – Doolin

Cliffs of Moher – Liscannor 

Vaughans Anchor Inn – Liscannor 

Conway’s Cottage with Sea View – Liscannor 

 

TRA STORIA E LEGGENDA 

La leggenda che riguarda le Cliffs of Moher é quella della Strega e di Cú Chulainn.
(Fonte: Dublino nascosta)

C’era una volta una strega chiamata Mal. Questa strega era follemente innamorata del guerriero Cú Chulainn, un leggendario guerriero a guardia dell’Ulster.
Cú Chulainn però non ricambiava il suo amore e non ne voleva saperne niente di lei!
Ma la strega era testarda e non le piaceva essere ignorata!
Così un giorno lei lo persuase a seguirlo fino alle scogliere di Moher, esattamente nella parte più alta a sud delle scogliere vicino al fiume Shannon.
Dalla terra ferma con un salto Cú Chulainn arrivò all’isoletta conosciuta come Diarmuid & Grainne’s Rock ma Mal la strega lo seguì. Come si addice ad una strega Mal, volò spinta dalle correnti del vento.
Cú Chulainn era un guerriero forte e coraggioso ma non si fidava della strega quindi appena si trovò solo sull’isoletta con lei con un salto ritornò in terra ferma.  Lei lo seguì ancora ma questa volta il vento le era contrario ed invece di spingerla verso la terra ferma lo spinse verso il promontorio e la uccise.
Leggenda narra che Malbay prese il suo nome proprio da lei e la pietra conosciuta come Hag’s head  prese la sua forma…se ci fate caso si può ancora vedere una somiglianza con il profilo di una donna.

 

Mie Impressioni e la mia Visita…

Come sempre, in fondo ad ogni articolo metto un pò di mio, di ciò che ho visto con i miei occhi: vi racconterò la mia giornata alle Cliffs Of Moher.

Agosto 2016, il nostro viaggio (io e il mio fidanzato, che poi due anni fa è diventato mio marito) partimmo alla scoperta di questo paese meraviglioso insieme. Io ero già stata in Irlanda molti anni fa, sia per scambi culturali sia per lavoro, ed avevo avuto la fortuna di aver conosciuto molto bene la capitale Dublino in ogni sua sfumatura, Matteo invece non era mai stato… gli avrei fatto da cicerone, per la mia gioia!

La città mi ha sempre molto affascinato, seppur piccola ma compatta, con tutto ciò che una città dovrebbe avere: storia, cultura, divertimento, folklore, parchi, mare a due passi.

Il nostro viaggio durò solo 6 giorni, in pieno Agosto. Volendo goderci al meglio l’atmosfera dublinese, decidemmo di soggiornare per tutti e 6 i giorni nella capitale. Il nostro hotel era il Temple Bar Inn; ve lo consiglio: centralissimo, direttamente in Temple Bar, il miglior letto nel quale io abbia mai dormito, colazione strepitosa, staff eccezionale, vicino ai trasporti per muoversi in comodità.
Il nostro itinerario era molto movimentato e colmo di cose da fare: avremmo visto la città e ciò che la circondava in quei 6 giorni! Io e Matteo, due instancabili giramondo, siamo due persone estremamente curiose, ci piace scoprire nuovi posti, provare nuovi cibi, immedesimarci nella cultura del paese che ci ospita e ci piace anche molto camminare. Si può dire che abbiamo fatto Dublino tutta a piedi! Ma arriviamo alle Cliffs…

Come tanto raccomando, abbiamo noleggiato un’automobile e ci siamo imbarcati in questa splendida avventura! La guida a sinistra è strana, mooolto strana! All’inizio andammo nel panico, poi tra una risata e l’altra e con la piena razionalità in seguito, riuscimmo a guidare senza nessun problema 🙂 provate, non abbiate paura! Un’esperienza da fare una volta nella vita, vi divertirete molto.

Svegli all’alba, emozionati come non mai, stanchi neanche un pò! La reception ci aveva preparato un bellissimo sacchettino per Breakfast, super!! Ribadisco, consiglio questo hotel.. 😉
Il tragitto è abbastanza lungo, circa 3 ore e mezzo di guida, ma ci passa anche velocemente, tra chiacchiere, risate, paesaggi, musica irlandese di sottofondo giusto per entrare al 100% dentro un’atmosfera Irish.

Arriviamo finalmente alle Cliffs alle ore 10, l’orario che reputo migliore. Non molta fila, i biglietti per fortuna li avevamo acquistati online tempo addietro, pagandoli oltretutto la metà 😀 Il link qua.

Il paesaggio che si stagliò davanti a noi era qualcosa che mai avevamo visto… Un’emozione indescrivibile. Saremmo potuti stare ore e ore a contemplare questa meraviglia del creato.

C’era della poesia, abbiamo vissuto delle emozioni fortissime.

Sentire le onde che si infrangono contro gli scogli, il suono del vento, davanti a noi verdi campi che sembravano non terminare mai: pura magia. Un’oasi di pace in mezzo alla natura, un’oasi di pace nonostante i mille turisti che avevamo affollato il luogo.

La parte più bella della visita rimane indubbiamente la passeggiata panoramica lungo la scogliera.

L’Irlanda è un paese strepitoso e le scogliere sono un pò come il suo fiore all’occhiello: non si può intraprendervi un viaggio senza visitarle. E’ una tappa che definisco obbligatoria.

Abbiamo scattato una marea di foto e video, ma niente rende come vederle dal vivo. Perciò appena potrete, appena si potrà tornare a viaggiare, non perdetevi assolutamente questa perla di fronte all’Oceano Atlantico.

Vi lascio con alcune delle mie solo per rendervi partecipi del mio viaggio. Alla prossima!

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.