Come sopravvivere ed organizzare il prossimo viaggio!

“Sì, viaggiare… dolcemente viaggiare”

Cantava Lucio Battisti.

Viaggiare, una se non la nostra più grande passione, vero Travellers? Questo impulso irrefrenabile nel pianificare la prossima avventura, questa continua voglia di partire che non finisce mai, questa curiosità nel visitare posti nuovi, sperimentare cibi nuovi,  conoscere nuove culture.

La bella stagione è prossima, siamo entrati ora ora nella primavera, i fiori sbocciano sugli alberi, i viali si fanno color pastello, tre mesi soli all’estate, al caldo e al mare, alle meritate ferie.

Viaggiare, uno dei piaceri indissolubili della nostra vita. Quest’anno però è diverso: ahimè, a malincuore, in questo momento ben preciso è una rinuncia alla quale siamo sottoposti obbligatoriamente, per il nostro bene e per quello degli altri. Gli unici spostamenti concessi saranno quelli tra il bagno e la camera, il salotto e la cucina.

“When life gives you lemons make lemonade…”: bisogna trarre opportunità in ogni circostanza e questa è una!

In tempo di crisi, tuttavia, si può sempre viaggiare con la mente cominciando a progettare il nostro prossimo viaggio, una volta usciti dalla quarantena e da questo incubo che ci sta cambiando le nostre vite, un viaggio che avrà il sapore della libertà riacquisita e della spensieratezza.

Ottima soluzione per tenerci la mente occupata e scrollarci di dosso i pensieri negativi focalizzandoci su tutto ciò che torneremo a fare una volta rientrata l’emergenza.

Dunque, eccovi alcune semplici mosse per sopravvivere psicologicamente a questa situazione di crisi e resistere, resistere duramente fino a pianificare il prossimo viaggio! 🙂 

 

# STEP ONE: SCEGLIERE LA META !! 

Personalmente è una delle cose più divertenti e stimolanti da fare prima di intraprendere la prossima avventura in giro per il mondo. Adoro vagliare scelte, riflettere su dove andrò, immaginare le sensazioni che proverò una volta atterrata con l’aereo, una volta visitato quel monumento che volevo vedere da anni…

Scegliere la meta è anche una delle cose più difficili da fare e bisogna tenere conto di alcuni fattori:

  • gusto personale, logicamente si andrà in un paese che amiamo e che ci ispira, non certo l’esatto contrario 😉
  • sogni mai realizzati: credo ognuno di noi abbia un cruccio, un paese, una città, un qualcosa che desidera vedere da tempo immemorabile
  • tempo: eh il tempo è essenziale… decidere di visitare un paese bisogna farlo in base alle tempistiche che abbiamo, una, due, tre settimane sono sufficienti per viaggi intercontinentali ad esempio o per esplorare a fondo anche un intero paese europeo… A vostra scelta. Cosi come se disponiamo al massimo di 2-5 giorni, la nostra scelta cadrà su una capitale europea. ad ognuno il suo!
  • budget: ultimo se non meno importante, il famigerato budget. Quanto vogliamo investire nella nostra prossima avventura? Da li ritorniamo alla decisione di andare in un paese rispetto ad un altro… Calcolando logicamente le tempistiche e anche quanto può costare la vita. E’ logico che se si va in Australia due settimane non sarà come andarne altrettante in Cambogia…

 

# STEP TWO: COSA VEDERE ??!

Dato che di tempo a disposizione ne abbiamo a bizzeffe, una volta scelta la meta ci documenteremo anche su cosa vedere e sulla cultura locale, sui cibi che sperimenteremo e le usanze che troveremo.

E’ importante arrivare preparati senza che nulla di ciò che vogliamo vedere ci possa sfuggire! Perciò via libera a documentari, guide stile Lonely Planet (che adoro!! ne conservo gelosamente una di ogni viaggio intrapreso e una di ogni viaggio che desidero intraprender), articoli innumerevoli da spulciare su Internet.

Ok, ho detto che è importante arrivare preparati certo, avete ragione, ma non da rovinarsi il viaggio pianificando ogni cosa, senza esagerare…è molto importante, infatti, concedersi il piacere della scoperta anche durante il viaggio che, si sa, è un’esperienza che deve arricchire e non solo intrattenere!

 

# STEP THREE: COMINCIARE A RISPARMIARE !!

Ora non avete più scuse, siamo agli arresti domiciliari, possiamo uscire solo per casi di comprovata necessità, che sia andare a lavoro (come me), fare spesa, andare in farmacia!

Quale momento migliore per mettere da parte un bel gruzzoletto di soldi per il prossimo viaggio??!

“Mi sono comprata un cappotto da 150€, un paio di stivali da 90€, la borsa abbinata a 70€”… quante volte lo sentiamo dire??! Io tante 😛 e sapete cosa rispondo ogni santa volta? “Con questi 310€ io mi ci faccio un weekend da qualche parte!”

Non ci sono soldi meglio spesi che in viaggi ed esperienze: solo questi ti rendono più ricco!

 

#STEP FOUR: PIANIFICARE !!

Siamo arrivati allo step finale, allo step più eccitante e stimolante: PIANIFICARE IL VIAGGIO!!!

Lo step che più adoro. Una volta decisa la meta, stabilito il budget, messo da parte denaro sufficiente per realizzare il nostro prossimo sogno, la parte più delicata, divertente e anche la più stressante di tutte.

Si, perché ci vorrà tanta pazienza e impegno per cercare il volo più economico con lo scalo meno drammatico, decidere in quale ostello o hotel soggiornare, quanto vicino al centro città, quanto vicino a ristoranti e supermarket, quanto vicino ai trasporti…

Per i più audaci che se lo organizzano da soli sarà un gioco da ragazzi, sarà come andare in bicicletta, pedalata dopo pedalata andranno via spediti… Poi ci sono anche coloro che hanno paura, che non sanno da dove partire per cercare anche un semplice volo per esempio. Da quale aeroporto parto??! Quanto costerà il parcheggio??! Con quale valuta devo pagare??!

Calma ragazzi… a tutto c’è una soluzione!! 🙂

Internet pullula di siti del genere, ci sono molte App da installare per aiutarci in ciò…

SE  avete bisogno di consigli a riguardo consultate la pagina Facebook Travel is always a good idea: troverete un sacco di spunti di viaggio, consigli su dove andare, cosa vedere e come risparmiare!

Allora Travellers… siete pronti a sognare ad occhi aperti il vostro prossimo viaggio? 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.