Étretat, meraviglioso villaggio di pescatori

Sembra un dipinto ma non lo è.
Étretat è stato la casa di illustri artisti, un angolo di paradiso nel nord della Francia

Pittoresco ed incantevole, il borgo di Étretat è uno dei gioielli della Costa di Alabastro, celebre per le sue candide scogliere a picco sul mare turchese e cristallino.

Affacciato sul Canale della Manica, nella costa settentrionale della Francia, questo straordinario villaggio di pescatori si estende per circa 130 km dalla città di Dieppe a Le Havre.

Meraviglioso villaggio di pescatori
e romantico teatro aperto sulla Manica

Étretat è un meraviglioso villaggio di pescatori, diventato famoso per le sue ostriche leggendarie, incastonato fra le due scogliere più suggestive della costa d’Alabastro, la Falaise d’Amont e la Falaise d’Aval. Paesaggi che vi lasceranno senza alcun dubbio a bocca aperta.
Nel periodo del suo massimo splendore, i pregiati molluschi qui allevati rifornivano benché meno che la Reggia di Versailles e la corte della Regina Marie Antoinette.

Successivamente, il borgo di Étretat è divenuto una rinomata località balneare, meta di villeggiatura di personaggi famosi.

Romantico teatro aperto sulla Manica, Étretat ha ispirato i più illustri artisti. non a caso è stata la casa di Guy de Maupassant, Corot, Coubert e Monet!

La particolare forma delle sue falesie, che sia la Manneporte, la Courtine o l’Aiguille, lasciano spazio all’immaginazione. Qualche instante sulla piazza sono sufficienti a capire il perché.

Le due falesie sono entrambe visitabili ma con differenze.

Falaise d’Aval 

Si raggiunge tramite una lunga scalinata che parte dalla passeggiata a mare. Qui il sentiero vi regalerà viste mozzafiato sugli scogli sottostanti tra cui il famoso arco descritto da Maupassant come un elefante che beve nel mare, frutto di secolari fenomeni di erosione.
Il mio consiglio è quello di percorrere tutto il sentiero, anche se molto lungo, fino in fondo, lasciandovi indietro i turisti più pigri fino a trovarvi immersi nella natura più incontaminata.
Non ve ne pentirete! La lunga camminata vi ripagherà con un panorama incredibile, fidatevi!

Falaise d’Amont 

Questa falesia, a nord della baia, custodisce l’arco più piccolo di tutto il borgo di Étretat. Per raggiungerla avrete due scelte: la prima è quella di utilizzare l’automobile percorrendo la strada D79, altrimenti la seconda opzione è quella di arrivarci a piedi, però dovendo percorrere un lungo tragitto e una faticosa scalinata di 263 gradini.
In qualsiasi modo vorrete raggiungere questa falesia, una volta giunti a destinazione troverete la Chapelle Notre-Dame-de-la-Garde, la chiesa a picco sul mare.

Ad Étretat si trova la casa museo di Arsenio Lupin 

Il borgo incantevole ha dato i natali allo scrittore Maurice Leblanc, che non è altri che il creatore di Arsenio Lupin, il celebre ladro gentiluomo conosciuto in tutto il mondo.

E proprio qua ad Étretat si svolgono molte delle avventure di Lupin.

La casa museo a lui dedicata è una casa misteriosa e al tempo stesso affascinante, che vi condurrà nel mondo del famoso ladro e a vivere un’esperienza intrigante.

La visita si svolge con  modalità teatrale: il visitatore è accompagnato dalla voce narrante dei personaggi e seguirà 7 scene ad effetto, il tutto condito da musiche, video e parole. Obiettivo finale è la risoluzione del mistero dell’Aiguille Creuse, il romando più famoso della saga.

Come arrivare ad Étretat
In automobile: A due ore da Parigi prendendo l’A13 poi direzione Rouen / Caen con l’A131. Uscita Pont de Tancarville Direzione Le Havre.
A29 – Uscita Saint Romain de Colbosc
D39 – Uscita Etainhus / Angerville l’Orcher, poi seguire Etretat.
In treno: linea Parigi – Le Havre dalla stazione Saint Lazare direzione Paris-Breauté-Le Havre
Correspondenza per Etretat e Fécamp con il servizio di pullman linea 24.
Giugno / Luglio / Agosto: corrispondenza via pullman a Bréauté tutti i giorni con la linea 17.

Consigli pratici 

Per scoprire sentieri e tanto altro, rivolgetevi all’ufficio del turismo in Place Maurice Guillard.
Il giovedì d’Ascensione si svolge la benedizione del mare, un’antica tradizione.
Svegliatevi presto al mattino per assistere dal vivo all’arrivo del pesce fresco e dei molluschi, da gustare in spiaggia.
Alloggiate nelle vicinanze, nella campagna circostante: sarà come tornare indietro nel tempo e vivere un pò di 1800.