Il nostro viaggio in Canada- Part II: direzione Quebec City

Il nostro viaggio in Canada- Part II: direzione Quebec City

Dopo 3 magnifici giorni trascorsi nella vecchia capitale Canadese, nonché capoluogo dell’Ontario, era giunta l’ora di volare un pò più lontano alla scoperta di una regione veramente splendida del Canada, una regione che almeno una volta nella vita va vissuta, esplorata e vista. Questo momento lo stavo aspettando in gloria. Perché, direte voi?

La regione del Quebec è una regione selvaggia, romantica, ci ricorda un pò la nostra Europa con le sue cittadine, con le sue tradizioni, una regione piena di natura, montagne, flora e fauna. Una regione molto romantica, meta di molteplici viaggi di nozze, meta di coppie innamorate: una simil Francia, sotto alcuni aspetti.

In particolar modo Quebec City è una vera gemma 

La mattina del 12 Agosto lasciamo il nostro appartamento a Toronto, ci dirigiamo verso il Pearson International Aiport e prendiamo il volo per Quebec City.

Volo Toronto-Quebec: scrupolosità al check in, cortesia e disponibilità

L’aeroporto di Toronto è molto ben organizzato, le file per l’imbarco dei bagagli scorrono abbastanza velocemente, gli assistenti di volo molto cortesi e disponibili. Come sempre etichettiamo il nostro passeggino, andiamo a fare il check in dove qua ahimé cari genitori devo darvi un ammonimento: armatevi di tutta la pazienza possibile perché al controllo di cibo/acqua/borsa per bimbi ci hanno tenuto un’oretta buona fermi per scandagliare ogni cosa.

Ogni aeroporto è a se, a Roma non ci furono problemi, nessun controllo letteralmente, qua in Canada sono invece molto scrupolosi: hanno voluto vedere ogni singola cosa presente nella borsa anche dopo il passaggio attraverso lo scan. Hanno voluto che aprissi il thermos per mostrare che conteneva acqua, hanno voluto accertarsi che gli omogeneizzati per Achille fossero proprio omogeneizzati, hanno voluto la prova fisica del latte in polvere.

Nonostante ciò, tutto è andato a buon fine, se non per molta ansia e preoccupazione che avevamo al momento.

Ci imbarchiamo finalmente, il volo Toronto-Quebec è molto breve, solo un’oretta e mezzo. Niente rispetto alle 10 ore di Roma-Toronto!

Una volta atterrati, recuperiamo il passeggino precedentemente imbarcato, fattoci trovare fuori dal portellone dell’aereo, cosa che ancora una volta apprezziamo!

L’aeroporto di Quebec City è un’aeroporto molto piccolo e copre tragitti specifici: vola in pochi paesi tra cui Canada, Francia, Spagna e Stati Uniti d’America. I trasporti per la città sono limitati ma ci sono: potete usufruire del bus all’uscita, altrimenti ci sono i vari Uber e Taxi.

Avremmo voluto usufruire del bus ma ad Agosto 2022 era fuori uso, perciò ci siamo affidati ad Uber, che ci conduce verso il nostro appartamento in circa 30 minuti.

Una prima occhiata a questa piccola cittadina, ricca di storia, arte, romanticismo e luoghi caratteristici.

La prima giornata va cosi, un pò per le lunghe: arrivando a Quebec nel primo pomeriggio e sistemandosi in appartamento, si era già fatta sera. Il vero viaggio a Quebec City sarebbe cominciato l’indomani.

Se ti interessa scoprire qualcosa di più riguardo al nostro viaggio a Quebec City, clicca sul link che segue:

➡️ Il nostro viaggio a Quebec City

Perché scegliere Quebec City?

Quando si visita Quebec City ci si domanda se si è realmente in Nord America o in qualche altra parte del mondo.

Si, perché Quebec City, la più antica di questa parte di continente, vi si presenterà con un centro storico, le strette vie lastricate di ciottoli, le facciate in pietra e antiche mura di difesa.

Dall’inesauribile fascino, il suo ambiente romantico e la sua squisita cucina vi conquisteranno senza alcun dubbio.

Camminate nei suoi adorabili vicoli, Quebec City è una cittadina che sorprende per i suoi tratti urbanistici, la sua maestosità e per l’importanza storica che ha rivestito nel Canada nel corso dei secoli.

Quebec City è un città dal carattere decisamente europeo: graziosa, petite, affascinante la cui architettura dominante ricorda ampiamente quella francese.

Adatta per essere visitata con i bambini 

Una cittadina dove poter trovare tutto l’occorrente per essere vissuta con i vostri cuccioli d’uomo.

Dall’essenziale, quali pannolini, salviette alle pappe: troverete nei vari supermercati omogeneizzati molto buoni, dai gusti semplici quali tacchino, manzo e verdure. Variegati snack che vostro figlio adorerà e vari fruttini.

Non mancava proprio nulla!

Unico ammonimento che posso darvi, di cui parlerò ampiamente più avanti, è questo: Quebec City è una città che va esplorata a piedi o tramite bus. Scordatevi di spostarvi con la macchina e mettete in conto varie salite.

Sì perché, per visitare la Old Quebec, dovrete avventurarvi letteralmente in salita e, parlando per esperienza, con passeggino e borsa neonato al seguito, non è stata propriamente una passeggiata, almeno per la prima volta.

Tuttavia ci si abitua subito, dopo un paio di volte ve ne sarete scordati, anzi prendetela come un allenamento per tonificare i vostri muscoli, guardiamo il lato positivo!

Il Canada è un paese baby friendly 

Sulla Terrasse Dufferin potrete passeggiare comodamente, fermarvi sulle varie panchine per dar da mangiare ai vostri piccoli ed allattarli; nelle vicinanze ci sono vari ristoranti e cafè dove potrete riposarvi un attimo e/o andare alla toillette per cambiare il pannolino. La maggior parte dei bagni in Canada ha il fasciatoio, sia nel bagno delle donne sia degli uomini.

La storia di Quebec City

Chi visita il Canada non ha che l’imbarazzo della scelta su dove andare: 8000 km dall’Atlantico al Pacifico di natura, città, flora e fauna, non a caso è la seconda nazione più grande al mondo per vastità dopo la Russia.

Ma c’è una destinazione che non può mancare all’appello e meta di turismo da sempre: Quebec City è il più antico insediamento europeo esistente nel paese e colpisce per la sua ricchezza di edifici storici perfettamente conservati e per l’atmosfera che vi si respira, passeggiando tra le sue viuzze.

Fondata dall’esploratore Samuel de Champlain nel 1608 dove prima sorgeva un insediamento di indigeni irochesi chiamati Stradacona, scoperto per primo da Jacques Cartier. La cittadina fu per molto tempo la via di accesso principale alla colonia della Nuova Francia e per tutto il Nord America.

A metà del 1700 i conflitti tra i francesi e i coloni inglesi, stanziati sulla costa orientale degli attuali Stati Uniti, si esacerbarono tanto che diedero vita ad una lunga guerra che si concluse a vantaggio degli inglesi con la famosa battaglia della piana di Abraham il 13 Settembre 1759.

L’intera provincia di Quebec City andò persa per la Francia,
tuttavia l’influenza francese fu talmente forte e radicata
che si mantennero la lingua, la cultura e la sua gastronomia

E non solo: appena all’esterno delle mura di difesa della città vecchia sulla collina del Parlamento torreggia un imponente edificio dallo stile neoclassico. Incisa nella pietra sopra l’alto portone d’ingresso, cui si accede da una doppia scala in stile Fontainbleau, la celebre frase “Je me souviens” che non significa altro che “mi ricordo” che non fa altro che riassumere l’infinito amore imperituro verso la cultura francese.

Questa scritta si trova altresì su tutte le targhe di tutte le automobili.

Durante la rivoluzione americana Quebec fu attaccata dai rivoluzionari statunitensi e la vittoria inglese del 1775 fu cosi schiacciante che assicurò gli inglesi il possesso pieno e duraturo del Canada fino alla piena indipendenza del 1931.

Quebec fu capitale canadese dal 1859 al 1865, dopo di allora la capitale fu trasferita ad Ottawa, sede attuale del parlamento e del governo.

L’edificio più celebre della città e di tutto il Canada è senza dubbio
lo Château Frontenac, fiore all’occhiello della città.

Come raggiungere Quebec City

Dall’Italia il modo più veloce è prendere uno dei tanti aerei diretti per il Toronto Pearson International Airport e da li poi prendere la coincidenza. Le compagnie che viaggiano principalmente per il Canada sono la Air Canada e la Air Transat, la compagnia con la quale abbiamo viaggiato noi e ve la consiglio: una compagnia low cost, i cui voli costano effettivamente la metà di quelli di Air Canada, disponibilità, comodità, efficienza e cortesia. Niente da dire!

Se partite invece da Parigi, dallo Charles de Gaulle avrete il diretto per il Jean Losage Airport di Quebec City.

In linea di massima, chi decide di fare il tour del Canada e va nella parte orientale, farà un giro molto simile al nostro toccando le 3 tappe principali: Toronto, Montreal e Quebec.

Se siete già in Canada perciò e vi trovate a Montreal potrete prendere comodamente il treno prenotando sul sito VIARAIL: la compagnia di treni è molto ben organizzata, il costo della costa oscilla dai 70 ai 120 dollari canadesi, ma vi assicurerà un viaggio sicuro, confortevole e anche piacevole.

Da Toronto consiglio in ogni caso l’aereo: doveste avventurarvi in macchina il viaggio sarebbe veramente lungo, non ne varrebbe a mio avviso la pena.

Ti potrebbero interessare:

Dove e cosa mangiare a Quebec City

Cosa vedere nei dintorni di Quebec City 

Cosa vedere e fare a Quebec City 

Il nostro soggiorno a Quebec City è durato 3 giorni, destinazione successiva MONTREAL!

Il nostro viaggio in Canada – Part III

TO BE CONTINUED.. 

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Verified by MonsterInsights