Castel del Monte in Puglia

Luogo mistico e pieno di fascino, Castel del Monte si trova in Puglia e cela una leggenda

Castel del Monte è uno dei luoghi più magici d’Italia ed è una meta molto amata dai turisti: ogni anno questa misteriosa fortezza viene assalita da milioni di visitatori ed è stata anche scelta da numerosi artisti come location per girare film e video musicali.

Dal 1936 fa parte dei monumenti nazionali italiani e dal 1996 fa parte dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco.

Castel del Monte è universalmente considerato un geniale esempio di architettura medievale in quanto il castello ha saputo riunire diversi elementi stilistici.
Lo si evince dal taglio romanico dei leoni all’ingresso alla cornice gotica delle torri, dall’arte classica dei fregi interni alla struttura difensiva dell’architettura fino alle delicate raffinatezze islamiche dei suoi mosaici.
Castel del Monte non è solo architettura, ma è anche storia e e mistero racchiudendo in sé magia ed esoterismo.

Scopriamo cosa si nasconde dietro le mura del castello e come visitare questo luogo misterioso

La sua Storia

Castel del Monte è una fortezza del XIII secolo fatta costruire dall’imperatore del Sacro Romano Impero e re di Sicilia Federico II di Svevia nell’altopiano delle Murge occidentali in Puglia.
La nascita dell’edificio si colloca ufficialmente il 29 gennaio 1240 quando Federico II scrisse da Gubbio una lettera a Riccardo di Montefuscolo nella quale ordinava di fare l’actractus “pro castro quod apud Sanctam Mariam de Monte fieri volumus”, ovvero “per il castello che abbiamo voluto costruire nei pressi di Santa Maria del Monte”.
Al giorno d’oggi non si è ancora compreso a che cosa si riferisse il termine actractus.
Alcune teorie parlano di un pavimento o di una copertura. O forse semplicemente si sarà trattato di un termine in riferimento al materiale da costruzione.
In sostanza non sappiamo se i lavori fossero in fase d’avvio o in via di conclusione, ma sta di fatto che questa missiva del 1240 è il primo documento noto che riguarda il più interessante castello federiciano oltre che uno dei monumenti più noti della Puglia e di tutta l’Italia meridionale.

Il mistero del numero otto e della sua posizione

La fortezza è stata concepita secondo un estremo rigore geometrico e matematico.
La pianta è ottagonale e il numero otto ricorre in maniera quasi ossessiva: otto sono le sale del piano terra e del primo piano e otto le imponenti torri, ovviamente a pianta ottagonale, disposte su ognuno degli otto spigoli. Si ritiene che nel cortile interno fosse presente una vasca anch’essa ottagonale.
 
La posizione del castello è studiata in modo tale da creare particolari effetti di luci e ombre in determinati periodi dell’anno, come nei giorni del solstizio e dell’equinozio.
Tutto, insomma, sembra fatto apposta per suggerire simbolismi che appassionano da secoli gli studiosi, lasciando ai visitatori una sensazione di piacevole enigma.
 

Gli interni e gli esterni di Castel del Monte

Il portale d’ingresso mostra, dal basso verso l’alto, un arco in stile arabo, un timpano in stile greco-romano, bifore in stile gotico.
La solida compattezza della pietra calcarea mista a quarzo delle facciate è scalfita su ogni lato da finestre monofore al primo piano, bifore al secondo con l’eccezione di un’unica trifora.
L’interno, con le sue alte volte a crociera o a botte, appare ormai spoglio dalle decorazioni che lo abbellivano in passato, testimoniate da resti di marmo e mosaici in gran parte scomparsi dopo secoli di incuria e vandalismo.

I due piani del castello sono collegati internamente nelle torri da scale a chiocciola disposte in senso antiorario, a differenza delle altre costruzioni difensive dell’epoca.

Data la mancanza di corridoi, alcuni studiosi ritengono che in passato, al livello del primo piano, vi fosse un ballatoio interno che consentiva l’accesso indipendente alle sale.

Di particolare interesse è il sistema idraulico per la raccolta e distribuzione dell’acqua piovana, di origine orientale.

Sprovvisto di mura di cinta, fossato e stalle – elementi che caratterizzano la maggior parte degli edifici militari medievali – Castel del Monte si è visto attribuire dai ricercatori le più diverse funzioni: tempio, luogo appartato in cui immergersi nello studio, persino luogo di relax sul modello dell’hammam arabo.

Le sue sale, osservano alcuni, sembrano progettate per essere attraversate secondo un percorso obbligato, legato a simbologie astronomiche.

La leggenda di Castel del Monte

Castel del Monte porta con se una leggenda.

Si narra infatti di una statua sul cui capo era riportata la seguente frase: “Il mio capo è di bronzo ma a levar del sole a calende di maggio sarà d’oro”.

Un giorno un saraceno risolse l’arcano e il primo giorno di maggio, al sorgere del sole, iniziò a scavare dove cadeva l’ombra della statua, scovando un antico e ricco tesoro, con il quale fu edificato il castello. 

Dove si trova Castel del Monte

Castel del Monte si trova nell’attuale frazione omonima, a 20 km da Andria, in provincia di Barletta-Andria-Trani.

Come arrivare a Castel del Monte

Ci sono vari modi per raggiungere Castel del Monte.

Una volta a Bari potrete raggiungere la fortezza tramite treno fino ad Andria e successivamente tramite autobus, che vi porterà direttamente di fronte al castello. Il servizio però è attivo solo dall’inizio di Aprile alla fine di Ottobre.

In auto invece dovrete percorrere l’autostrada A16 fino all’uscita Andria-Barletta e poi imboccate la statale 170.

Basterà seguire le indicazioni per Castel del Monte per circa 20 km.

Quando visitare Castel del Monte
Il castello è aperto al pubblico durante tutto l’anno: dal lunedì alla domenica dalle ore 09 alle ore 17.45 con ultimo ingresso consentito alle ore 17.
Orari di visita: 9.00; 10.00; 11.00; 12.00; 13.00; 14.00; 15.00; 16.00; 17.00.
Numero massimo di ingressi consentito per fascia oraria: 28
Durata della visita: 45 minuti

Costo biglietto

Il biglietto di accesso alla visita di tutto Castel del Monte può essere acquistato direttamente in biglietteria oppure online, pagando un piccolo supplemento di 1€.

Il prezzo del biglietto interno è di 7€, la tariffa ridotta invece è di 2€ (18-25 anni). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.