Giardino Bardini, la vista più bella di tutta Firenze

Un angolo di natura in una città sempre in fermento, un luogo speciale e la più bella vista di tutta Firenze

Quando si nomina Firenze si pensa subito al suo Duomo, Ponte vecchio e anche agli Uffizi. Si pensa sempre un pò alle cose classiche e ai luoghi che più la caratterizzano. Non è vero?
Oggi ho deciso di scrivere e raccontarvi Giardino Bardini, un posticino non molto conosciuto nel capoluogo toscano, ma pur sempre all’altezza della città che lo ospita!
Un meraviglioso belvedere tra la riva sinistra dell’Arno, la collina di Montecuccoli e le mura medievali.
A mio avviso, un angolo di natura in una città sempre in fermento, un luogo speciale e la vista più bella di tutta Firenze.

𝐆𝐢𝐚𝐫𝐝𝐢𝐧𝐨 𝐁𝐚𝐫𝐝𝐢𝐧𝐢, fin dal Medioevo, è appartenuto a ricche famiglie che si sono succedute: nato a destinazione agricola, si è trasformato nel corso dei secoli in uno splendido giardino all’italiana, che nei primi anni del Novecento fu usato dal proprietario da cui prende il nome, il collezionista Stefano Bardini, conosciuto come il “principe degli antiquari”, anche come uno spettacolare ambiente di rappresentanza, in cui accogliere la sua facoltosa clientela.

Il Giardino è composto da tre giardini a sua volta:

-il giardino all’italiana, con la magnifica scalinata barocca;

– il bosco all’inglese che, con i suoi elementi esotici, rappresenta un raro esempio di giardino anglo-cinese;

– il parco agricolo in cui ha trovato posto un nuovo frutteto e lo splendido pergolato di glicini.

Una delle cose che caratterizzano Giardino Bardini è la presenza indiscussa della pianta di glicine

Una delle peculiarità di questo incredibile giardino in centro citta è la presenza onnipresente della pianta di glicine che contribuisce nel rendere l’atmosfera molto suggestiva: immaginate di percorrere il pergolato completamente ricoperto da questi grappoli violacei, una foto è di rito, e arrivare Loggia del Belvedere da cui si può godere del panorama su Firenze e su San Miniato al Monte.

Unico nel suo genere! 

La prima volta che l’ho visitato fu per caso.

Io e Matteo ci avventurammo per Firenze e cammina cammina arrivammo a questa villa, ci guardammo e ci dicemmo “perché no?”. Una vera e propria scoperta.

Info, orari, come arrivare

ORARI 

Aperto tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

Ultimo ingresso ore 18.00

Ingressi da Via dei Bardi 1 rosso e Costa San Giorgio 2

Per maggiori informazioni: telefonare alle Biglietterie, entrambe aperte, di Costa San Giorgio 055/26.38.599 e di Via de Bardi 1/r 055/23.46.988. Per chi prevedesse una visita: 30 agosto e 6 settembre chiusura totale del giardino per l’intera giornata.

COME ARRIVARE

L’ingresso principale a Villa Bardini si trova in Costa San Giorgio 2.

A piedi: dalla stazione di Santa Maria Novella si raggiunge in circa 15 minuti

In aereo: dall’Aeroporto Internazionale Amerigo Vespucci di Firenze con l’autobus navetta “vola in bus” fino alla Stazione di Santa Maria Novella.

In auto: è consigliabile impostare i navigatori per il Forte Belvedere dove, a pochi passi dalla Villa, è previsto parcheggio gratuito per i nostri visitatori e le indicazioni su come raggiungere la Villa a piedi.

In treno: collegamenti con Ferrovie dello Stato e Italo Treno, fermata Firenze Santa Maria Novella. Proseguire a piedi per 15 minuti circa, in taxi o in autobus.

In autobus: alla Stazione di Santa Maria Novella: Linea 23 (fermata Lungarno Torrigiani, Piazza dei Mozzi) o Bus elettrico D (fermata Torrigiani)

Per i diversamente abili l’accesso alla Villa alle persone diversamente abili è possibile tramite apposita rampa presso l’ingresso carrabile di Costa San Giorgio n° 4, previo annuncio al n° 055/26.38.599 (Biglietteria).

E i nostri amici pelosi possono entrare? Ahimè, anche se tenuti al guinzaglio.